Skip links

Tag: TerrAccogliente

La grande frana di Roccamontepiano

La grande frana di Roccamontepiano del 24 giugno 1765. “L’acqua fonte di vita, di morte e di rinascita con San Giovanni e San Rocco tra storia, miti e leggende…”   “Areccundeve nonneme… “ mia nonna classe 1905 sentiva dire da suo nonno… “La Rocche era

Giornale degli incontri in tempo di Covid

GIORNALE DEGLI INCONTRI IN TEMPO DI COVID Attività di divulgazione della CP TerrAccogliente Il progetto di Comunità TerrAccogliente non si è mai fermato durante l’emergenza Covid – 19. In queste settimane sono stati organizzati incontri sul territorio per condividere idee e ampliare la rete di

Campagna sui talenti del territorio

BIO - Michela Di Lanzo, illustratrice abruzzese. Nota identificativa questa, perché della sua terra arcaica ne fa il motore di spinta narrante di una realtà in cui l’uomo quasi non esiste. Le Bestie, i tempi lunghi della natura, la morte, prendono il sopravvento per raccontare

Assemblea di approvazione del progetto TerrAccogliente

Giovedì 21 Maggio 2020, a partire dalle ore 17.00 alle 19:00, in modalità telematica, si terrà l’Assemblea per l’approvazione del Progetto integrato TerrAccogliente Con riferimento al Regolamento della suddetta CP TerrAccogliente, sentito il Comitato di Coordinamento, viene convocata  l’Assemblea con all’ordine del giorno: 1) Illustrazione

Contributi al dibattito

Contributi al dibattito pervenuti via email:17/05/2020 - C. Ferravante (Le Ripe, Bucchianico)> Ciao papà, > allora secondo me il progetto comunitario sembra interessante e sviluppato abbastanza bene. > Io individuo 3 macro aree di progetto: accoglienza/ospitalità, mobilità e valorizzazione del territorio e dei prodotti. >

Sintesi Progetto integrato

SINTESI PROGETTO INTEGRATO: TerrAccogliente – Le Terre Teatine   I Paesi di “TerrAccogliente” I paesi di Bucchianico, Casalincontrada, Fara Filiorum Petri, Pretoro, San Martino sulla Marrucina e Vacri presentano una struttura urbana accentrata, con un nucleo antico di origine medievale, cinto da fasce di recente

L’agricoltura biodinamica

Fino a qualche decennio fa le tecniche di coltivazione, e quindi anche di manutenzione del territorio, venivano svolte mettendo sul campo una quantità di conoscenze della natura e dell’ambiente che oggi probabilmente bisognerebbe rintracciare in un gruppo di esperti di varie discipline. Un metodo di

Tracce che uniscono: la transumanza in Abruzzo

“E’ una rara fortuna riuscire a seguire un viaggio di pecore fatto alla vecchia maniera. Domani forse non sarà più possibile. Ricostruirlo, però, è molto più facile: le vie della transumanza sono ancora segnate nei paesaggi come linee indelebili, come quelle cicatrici che segnano la

Le feste religiose come bene immateriale

L’area geografica nella quale sono compresi i comuni interessati dal progetto TerrAccogliente è nota agli antropologi per la ricca e complessa varietà di tradizioni e feste popolari che vi si trovano, tra le più importanti dell’Abruzzo, già segnalate dagli studiosi di tradizioni popolari nella seconda

TerrAccogliente: quale denominazione per il nostro territorio?

  L’architetto Giuliano Di Menna propone un’attenta riflessione sulla denominazione del territorio “TerrAccogliente”, ripercorrendo la storia del paesaggio teatino. “TerrAccogliente” è una porzione di spazio di quelle “colline marchigiano-abruzzesi”, mirabilmente descritte da Aldo Sestini nel 1963, da cui prendiamo a prestito le parole: “La fascia