Skip links

news

Inizia la marcatura degli itinerari

Inizia la marcatura degli itinerari

il 30 giugno 2022 è stata avviata la marcatura dell’itinerario nel Comune di Casalincontrada. Il coordinatore di questa attività è Antonio Corrado di Abruzzo Avventure insieme con l’Associazione locale “Le Ginestre” e la partecipazione attiva dei cittadini e volontari del territorio. L’itinerario comprende un tracciato ad anello che collega il centro storico con la collina, passando per i punti d’interesse. Lungo il percorso sarà possibile entrare nelle case di terra, assaggiare delle buone confetture all’ombra di alberi secolari, passeggiare tra gli ulivi e tanto

Abruzzo Marrucino si ri-candida al bando per le Comunità di Progetto!

Abruzzo Marrucino si ri-candida al bando per le Comunità di Progetto!

Proseguono le attività di “Abruzzo Marrucino TerrAccogliente”!  In questi giorni stiamo lavorando per la presentazione della domanda di riconoscimento della Comunità di Progetto. Si sono svolti diversi incontri tra i portatori di interesse, i Comuni partecipanti e il gruppo operativo.  L’avviso è finalizzato a identificare le Comunità di Progetto operanti nel territorio Leader del GAL Maiella Verde e selezionare i progetti integrati da sostenere nell’ambito dell’attuazione del Piano di Sviluppo Locale. scarica l’Allegato 3 presentato: Abruzzo Marrucino

“M” come… Abruzzo Marrucino

“M” come… Abruzzo Marrucino

Come nasce il LOGO di Abruzzo Marrucino – TerrAccogliente: La “M” di Marrucino è protagonista, sovrasta l’insieme-fiore che indica con i suoi diversi colori l’insieme dei paesi, delle loro diversità, delle colture e culture/paesaggio. Ogni colore del fiore fa riferimento ad un elemento caratteristico: verde: la collina coltivata rosso: vino azzurro: l’acqua giallo: grano arancio/marrone: la terra, il legno, l’artigianato È un insieme già esistente o ideale, con aree in comune che hanno un unico centro. La linea orizzontale, che forma oltre alla “M” anche la “A” di Abruzzo, rappresenta simbolicamente il confine labile tra mare e montagna, al di là o al di qua del fiume che attraversa il nostro territorio, l’Abruzzo Citeriore da quello Ulteriore. Utilizza il LOGO per pubblicizzare un evento o un’attività in programma sul territorio di Abruzzo Marrucino – TerrAccogliente! Il LOGO può essere scaricato al seguente link:

Cantieri in partenza!

Cantieri in partenza!

Prenderanno avvio i lavori di “Casa Volpe”, una delle case in terra cruda presenti nel comune di Roccamontepiano! “Tonino Volpe ha 98 anni, una intensa vita quasi interamente vissuta sulla collina di Giancola, nella parte a valle del nostro territorio e nell’ampia zona rurale di Pomaro.Tonino ha vissuto la guerra in prima persona, la difficile ricostruzione post bellica, la perdita della cara moglie poco tempo fa ed ha visto il mondo trasformarsi in tanti aspetti, mentre cresceva attorno a se gli affetti più cari.Tre figli, Ennio (emigrato in Australia), Aldo e Luigi con le rispettive famiglie e i nipoti, tutti attorno all’aia comune ove, la piazza del borghetto rurale delle famiglie Volpe, resta lo scenario della vita di tante persone. Al centro, una casa in terra cruda che resiste nel tempo e che Tonino, con i propri figli, hanno messo a disposizione del Comune di Roccamontepiano per essere recuperata ed utilizzata per il bene pubblico.Sta di fatto che la casetta Volpe ha la stessa età del signor Tonino fatta di terra, quando di questo materiale erano anche le strade della collinetta di Giancola, quando d’inverno erano fangose e d’estate polverose e solcate dai carri trainati dai buoi. Tonino sorride mentre continua a lavorare nei suoi campi.É contento perché sa che a breve inizieranno i lavori ma esprime un desiderio, vedere il termine e riaprire la casetta della sua infanzia, adolescenza e della maturità.Ci tiene Tonino a voler mostrare a tutti quel luogo, magari con una grande festa popolare, per festeggiare la resistenza e la tenacia della terra e per festeggiare anche la fine di questa pandemia. A noi, il compito di fare in modo che questo sogno arrivi il prima possibile.Intanto, ringraziamo nonno Tonino e chi gli é vicino con tutto il cuore.” Il Sindaco Adamo Carullie l’Amministrazione

Itinerari e passeggiate a Bucchianico

Itinerari e passeggiate a Bucchianico

I 9 percorsi, tracciati su strade comunali di antica origine, attraversano e mettono in rete “i beni di natura ambientale” presenti sul territorio di TerrAccogliente. Scarica la mappa .pdf PERCORSO 1. Periplo del SIC Il Percorso si svolge lungo il perimetro del SIC su antiche strade di impianto medievale. Si possono osservare i Calanchi dello Spagnolo nella loro imponenza. Lunghezza complessiva: 8,80 Km Dislivello: 186 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 2. San Giacomo – Costa Cola Percorso tracciato sull’antica strada che nel medioevo collegava Bucchianico con i feudi di Bassano e Mirabello. Il toponimo “Costa Cola” ricorda un’icona intitolata a S. Salvatore. Lunghezza complessiva: 2,80 Km Dislivello: 192 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 3. S. Croce – Ponte Alento Il percorso quasi integralmente in terra battuta si conclude nella Contrada di Campo di Roma. Poco prima dell’antico ponte nel 1335 furono erette due “colonne” ad indicare il confine tra Bucchianico e Chieti.  Negli anni ’30 dell’800 fu costruito l’attuale Ponte in muratura di mattoni, degna opera di ingegneria dell’epoca. Lunghezza complessiva:  1,30 Km Dislivello: 41 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 4. Donico – Calcara L’antica strada percorsa da S, Camillo per recarsi alla Calcara. E’ molto suggestivo per il paesaggio agrario. Talvolta vi si svolgono escursioni religiose nell’approssimarsi della Festa alla Calcara della prima domenica di maggio. Si giunge al borgo medievale di Pubbliconi e alla Scuola di Tella. Lunghezza complessiva: 5,35 Km Dislivello: 153 m Difficoltà: adatto a tutti; sconsigliato il transito in mountain-bike nel tratto tra Via Piane e Fonte dell’Orso. PERCORSO 5. San Giacomo – Metallino Il tracciato è quello medievale che da Colle S. Biagio (oggi Madonna dell’Assunta) conduceva a Casalincontrada e S. Liberatore a Maiella. In gran parte in terra battuta, permette di scoprire un’ampia porzione del territorio di Bucchianico poco conosciuta. Lunghezza complessiva: 2,64 Km Dislivello: 180 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 6. Donico – Tratturo Il tracciato è quello medievale che collega Bucchianico al Castello di S. Giovanni. Lungo il tragitto si incontra l’antica strada medievale che conduce al Fiume Alento. Il Tratturo L’Aquila – Foggia divideva il territorio di Bucchianico dai Feudi di S. Giovanni e S. Ilario. Lunghezza complessiva: 2,35 Km Dislivello: 130 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 7. Riuccio – Casa di Teresa Il percorso attraversa le Contrade Annunziata e Colle dei Gesuiti. Vi si trovava il “casone” dei padri Gesuiti di Chieti e il “pratello”, un terreno destinato a pascolo civico. Attraversando il fosso ci si dirige verso il Borgo di Malandra Vecchia con case in terra cruda. Si prosegue in direzione della “Casa di Teresa”, una casa in terra cruda, recuperata e destinata dal Comune di Casalincontrada a centro di ricerca e attività di animazione artistica. Lunghezza complessiva: 5,35 Km Dislivello: 142 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 8. Ponte Tavole – CEDTerra Dal CEDTerra, Centro di documentazione sulle case in terra cruda di Casalincontrada ci si dirige in direzione dei calanchi dello Spagnolo. Lunghezza complessiva: 3,60 Km Dislivello: 196 m Difficoltà: adatto a tutti PERCORSO 9. Colle Marconi Tratturo – Cerroni Il percorso si svolge in gran parte sul Tratturo L’Aquila – Foggia con ampi tracciati in terra battuta. Lungo il percorso ci sono ampie superfici boscate con alle spalle la Maiella. Lunghezza complessiva: 13,90 Km Dislivello: 104 m Difficoltà: adatto a tutti [Crediti: Giuliano Di Menna –  immagini:

Festa della Terra 2020

Festa della Terra 2020

E’ online il programma della Festa della Terra 2020 che coinvolgerà i Comuni di TerrAccogliente con varie iniziative sul territorio. Per informazioni contatta l’Associazione Terrae Onlus all’email: 

Assemblea di approvazione del progetto TerrAccogliente

Assemblea di approvazione del progetto TerrAccogliente

Giovedì 21 Maggio 2020, a partire dalle ore 17.00 alle 19:00, in modalità telematica, si terrà l’Assemblea per l’approvazione del Progetto integrato TerrAccogliente Con riferimento al Regolamento della suddetta CP TerrAccogliente, sentito il Comitato di Coordinamento, viene convocata  l’Assemblea con all’ordine del giorno: 1) Illustrazione delle attività svolte; 2) Approvazione del Progetto integrato della CP TERRA Accogliente; 3) Varie ed eventuali. Ai sensi del Regolamento “le riunioni dell’Assemblea sono valide con la presenza di almeno il 30% dei suoi componenti”. Ad oggi sono registrati 96 portatori di

Incontro di costituzione della Comunità di Progetto TerrAccogliente

Incontro di costituzione della Comunità di Progetto TerrAccogliente

Giovedì 27 febbraio 2020, a partire dalle ore 15.00 alle 18:00, a Roccamontepiano – C.da Terranova, presso il Museo Lisio, si terrà l’incontro di Costituzione della Comunità di Progetto TERRA Accogliente Gli obiettivi della Comunità di Progetto TerrAccogliente sono quelli di promuovere modelli produttivi ed economici virtuosi ed ecosostenibili. Protagonisti di questa Comunità sono gli imprenditori agricoli ed artigiani, gli operatori dell’accoglienza, i ristoratori, la rete commerciale, ma anche i cittadini e i soggetti che si dedicano alla valorizzazione del territorio e della sua cultura. I comuni coinvolti sono i Comuni Bucchianico, Casalincontrada, Fara Filiorum Petri, Roccamontepiano, Vacri, San Martino sulla Marrucina, Pretoro Insieme ai Comuni, sono già presenti associazioni come Associazione vino cotto, Abruzzo Avventure, Associazione Terrae onlus, Associazione Le Ginestre    # proloco # associazioni # imprese turistiche # produttori Il fine di questo progetto è quello di creare un sistema di relazioni tra gli attori presenti sul territorio (culturali, produttivi e ambientali), per costruire una maggiore consapevolezza delle opportunità che esso offre ai potenziali fruitori, siano essi abitanti che visitatori, nell’ottica dello sviluppo sostenibile. Una rete, quindi, finalizzata alla fruizione corretta del paesaggio culturale (urbano, rurale, produttivo, del patrimonio immateriale), oltre che alla tutela e al rafforzamento delle identità culturali e produttive locali.  Lo sviluppo della vocazione culturale territoriale può offrire benefici tangibili sia incrementando la domanda di visitatori esterni che influendo efficacemente sul benessere della comunità residente. Tra le azioni da promuovere: l’innalzamento della qualità dell’ambiente rurale e di quello antropizzato attraverso il suo recupero e la sua corretta fruizione, promuovendo politiche basate sullo sviluppo sostenibile del territorio; il sostegno del turismo dei cammini e la creazione di una rete strutturata che ricomprenda itinerari di #paeseinpaese attraverso la manutenzione della rete stradale minore e una segnaletica adeguata, anche in funzione turistica, coordinata con le reti produttive (aziende agricole, artigiani, punti di ristoro ecc.) e dei servizi locali; Il coordinamento dell’offerta ricettiva mirata a creare un legame tra l’ospite e il territorio su modelli tipici del “turismo esperienziale”; l’organizzazione di forme di collaborazione tra i soggetti coinvolti per coordinare le iniziative culturali e della tradizione che si avvicendano tutto l’anno, al fine di favorire forme di  “coesione sociale”, già esistenti all’interno di una Comunità “allargata”. la realizzazione di un Piano di comunicazione del “marchio territoriale” e “carta dei valori” della Comunità di Progetto TerrAccogliente; Segue il programma dettagliato